lunedì 1 agosto 2016

Olio di cocco anidro fatto in casa...( parte 1)

Ciao a tutti, intanto mi devo scusare con voi...
Sono mancata davvero troppo dal blog e per questo non posso far altro se non chiedervi venia...
Ho avuto, ed ho tuttora, una serie di problemi ...alcuni  neanche così seri ma altri invece che si stanno rivelando davvero duri. Un giorno, forse,  vi racconterò un pò di me....
Ma non ora!!!
Oggi vi propongo un post davvero carino ma soprattutto utilissimo...perchè praticamente introvabile in lingua italiana! L' olio di cocco anidro fatto in casa! 

Ora direte...ma l' hai già fatto questo post il " burro di cocco fai da te" ricavato dal cocco rapè ( farina di cocco disidratata) che bisogna tenere in frigo sennò irrancidisce...che fanno tutte....che sappiamo già fare....che ormai fanno tutti....
E INVECE NO!!!!

In questo post io vi mostrerò ( si perchè ho fatto anche le foto dei vari passaggi) come potete farvi un olio di cocco vero, di quelli che si conservano in bottiglietta o barattolino...senza rischi di irrancidimento e...
cosa ancora più sorprendente ricavato dal frutto!
Si avete capito bene...da una noce di cocco ho tirato fuori:

1°- Olio di cocco anidro ( senza tracce di acqua
  2°- Acqua rinfrescante da doccia o da spiaggia...
            3°- Dolcetti simili al bounty


                                                      Allora cominciamo? 
Bene io devo dire che questo voleva essere un esperimento per capire se il metodo fosse buono..quindi ho acquistato una piccola noce di cocco da soli 414 gr ma non ho proprio valutato che per avere una dose decente di olio forse avrei potuto prenderne almeno due...mea culpa!
Comunque avevo in casa ancora 80 gr di cocco rapè e l' ho aggiunto al tutto, sperando di ricavarne abbastanza olio da poterlo mostrare a voi... Ma bando alle ciance e iniziamo!

OLIO DI COCCO ANIDRO FATTO IN CASA
Ingredienti:
-Polpa di noce di cocco ( io anche 80 gr di cocco rapè)
-Acqua





 Per ottenere il vostro olio vi serviranno inoltre: 
-un martello, un cacciavite e un canovaccio
-un coltello ed un tagliere
-un frullatore oppure un robot da cucina che frulla  ( io ho usato il bimby)
-alcune garze piuttosto grandi  oppure un fazzoletto di cotone ( io le avevo piccole ed è stato un dramma)
-alcuni contenitori
- una padella antiaderente ed un cucchiaio di legno

 Preparazione:
Infilate un oggetto appuntito, come ad esempio il cacciavite  in uno degli "occhi" sulla sommità del cocco.
Se non riuscite a bucarlo potete provare con il  martello, battendo sul cacciavite per farlo penetrare.
Prendete un bicchiere e versateci il liquido che uscirà dalla noce di cocco, questo è il cosidetto latte che viene utilizzato come bevanda o come ingrediente in cucina...( io l' ho bevuto), mi raccomando prima di utilizzarlo filtratelo con un colino.

 Rompete la noce di cocco colpendola con un martello, io l' ho fatta sù in un canovaccio da cucina per evitare di sparare schegge ovunque.
Colpite in maniera decisa così da  ridurre il guscio in parti più piccole e con un coltello fate leva tra il guscio e la polpa per estrarre quest'ultima. Sciacquatela e tagliatela a pezzi piccoli usando  un coltello ed un tagliere.





Mettete la polpa nel frullatore e aggiungete acqua fino a coprire la polpa, frullate prima con colpi piccoli, poi con più decisione ...se vi sembra troppo asciutta aggiungete altra acqua.







Otterrete una specie di impasto di farina di cocco e latte bianco, questo andrà filtrato una prima volta, avendo cura di strizzare la garza per bene così da estrarne il latte.
La farina asciutta andrà rimessa nel frullatore, nuovamente coperta con acqua e ancora frullata...così da estrarne altro latte.






Il latte ottenuto andrà messo nel frigo per un paio d'ore e poi  nel freezer  per almeno una notte per permettere la separazione tra grassi e acqua, ed una migliore compattazione.
Io l' ho poi trasferito in un contenitore chiuso per evitare contaminazioni o che aprendo il freezer ( il mio è a cassetto) si versasse ovunque.





La farina asciutta rimasta invece può essere usata per fare dolcetti ( io ho fatto i simil bounty), usata per scrub corpo oppure congelata per essere utilizzata in seguito.



Poichè il post diventava troppo lungo l' ho diviso in due parti...quindi ora ti saluto e ti consiglio di continuare a leggere.....


 " Olio di cocco anidro fatto in casa ( parte 2)".

    Un abbraccio By Anto